Mostra di Alberto Cervellera

Un connubio di meditazione e casualità: così si potrebbe definire l’ultima collezione di cornici e sculture di Alberto Cervellera

Dal 23 luglio, espone le sue opere sulla terrazza dell’Hotel Mercanti di Mare, alle porte di Santa Marina Salina. “Un mare di oggetti senza tempo…” è il titolo di una mostra di pezzi unici creati con l’obiettivo di riutilizzare vecchi materiali come il sughero, il legno e la ceramica, per realizzare oggetti di arredamento. Appassionato di storia, Alberto Cervellera ha dato forma a più di un secolo di stile eoliano con un assemblaggio di frammenti di mattonelle ottocentesche in ceramica che sono state piaggiate e arrotondate dal mare nel corso degli anni e che, oggi, danno nuovo vigore alle abitazioni in veste di cornici a mosaico.Il mare è fonte principale di ispirazione e di materia prima per realizzare cornici di diverse dimensioni, utilizzando materiale raccolto sulla spiaggia dopo le grandi mareggiate d’inverno. Ciò che il mare non divora, attraverso l’ingegno e le mani di un uomo, diventa un’opera d’arte.

Se si guarda una cornice, composta di intarsi in legno di cui l’artista ha conservato le naturali curvature, si ha la sensazione di addentrarsi in una foresta in estate. Anche le sculture a forma di pinguino sono in legno e sono state scolpite assecondandone i motivi e le venature. Al contrario delle tartarughe e dei serpentelli che Alberto Cervellera ha riprodotto solo con i ciottoli raccolti in spiaggia, i pinguini non sono animali tipici eoliani ma rappresentano il desiderio di tutelare l’ambiente, per evitare la scomparsa di specie a rischio di estinzione e il danneggiamento di scenari incantevoli come quello delle Isole Eolie.  Lo stesso artista ha definito il suo modo di fare arte come improntato sul riciclo e sul recupero di oggetti naturali e artificiali, portati dal mare sulle spiagge di Salina e che vengono rigenerati per continuare a vivere nel tempo.

 

Tags :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *